• Un terroir d’eccezione: una superficie di 924 ettari di cui 420 ettari di vigneto ripartiti su 4 coste litorali e circa 500 ettari di natura selvaggia.
  • Zona denominata NATURA 2000.
  • Un vitigno “improbabile” conquistato direttamente sulla sabbia tra il mare, le lagune e le maree discontinue.
  • Vigne che crescono nella sabbia e che sono sopravvissute all’epidemia fillossera che alla fine del XIX secolo distrusse la maggior parte dei vigneti francesi.
  • Un terreno sabbioso dove crescono rigogliosi vigneti, in un contesto ambientale con fauna e flora protette e diversificate.
  • Un nome e una storia millenaria ancorata nella tradizione: la storia della proprietà di Aigues- Mortes, bastioni del re Saint Louis.
  • Una longeva esperienza e savoir-faire conquistati nei millenni con lo scopo di rivelare tutta la finezza del territorio delle Sable.